Consigli su Gravidanza

Consigli su Gravidanza

CENNI DI NUTRIZIONE

Assumi adeguate quantità di macronutrienti:

Proteine, con funzione plastica per

– rapida crescita del bambino

– sviluppo della placenta

– crescita del tessuto materno (seno e tessuto uterino)

– crescita del volume di sangue (20-50%)

– fluido amniotico

– riserve

Carboidrati(circa 300 Kcal in più al giorno a partire dal secondo trimestre), con funzione energetica:

– per supplire all’accresciuta domanda energetica

– per lasciare alle proteine la loro funzione plastica

Grassi (cercando di evitare grosse quantità di grassi saturi e soprattutto i prodotti contenenti grassi vegetali idrogenati, vero “veleno” per la madre ed il nascituro)

Minerali/vitamine, in special modo:

– Calcio (insieme a fosforo, vitamina D e magnesio)

– Ferro

– Iodio

– Zinco e Selenio

– Vitamine gruppo B (importanti coenzimi nella produzione di energia e nel metabolismo proteico, ed in modo partilarte l’acido folico)

– Vitamina D (per migliore assorbimento di calcio e fosforo)

– Vitamina C

– Vitamina E (essenziale antiossidante per il corpo, lavora in sinergia con il selenio)

Quante calorie bisogna assumere?

Mediamente, il fabbisogno calorico quotidiano in gravidanza aumenta di circa 200 kcal. Queste calorie extra, che possono cambiare in base al caso specifico, vanno sommate alla richiesta energetica quotidiana normale.
Per intenderci, se la dieta normocalorica di una donna sana corrispondesse a 2.000 kcal/die, in gravidanza la stessa persona dovrebbe introdurre circa 2.200 kcal/die.

La valutazione del fabbisogno energetico in gravidanza è leggermente più complessa del normale. Di seguito verranno sintetizzate, esclusivamente a titolo INFORMATIVO, le fasi necessarie a un calcolo empirico della richiesta calorica in gestazione.

Si consiglia ugualmente di rivolgersi al medico curante per una valutazione personalizzata.

Perché è fondamentale stabilire le giuste calorie?

Le calorie totali da assegnare nella dieta per la gravidanza sono un aspetto di primaria importanza. Esistono infatti delle condizioni potenzialmente nocive, correlate a un apporto calorico scorretto, che possono compromettere lo sviluppo del nascituro e l’integrità psico-fisica della madre.
Senza entrare troppo nel dettaglio, ricordiamo che:

  1. L’andamento del peso è un elemento di primaria importanza nelle verifica di una corretta evoluzione della gravidanza
  2. Il sottopeso è considerato predisponente a vari difetti nutrizionali e a possibili complicazioni irreversibili del bambino
  3. Il sovrappeso è considerato predisponente al diabete gravidico, che può cronicizzare dopo il parto, e a complicazioni irreversibili del nascituro
  4. Una donna in sottopeso deve assumere più calorie del normale (per aumentare la massa corporea totale fino al margine di normalità)
  5. Al contrario. una donna in sovrappeso è tenuta a mangiare meno rispetto alla norma (per evitare di incrementare ulteriormente).
  6. In gestazione NON si deve perseguire in alcun caso la riduzione del peso
  7. L’aumento calorico nella dieta è importante soprattutto dal secondo mese in poi
  8. Se la gravidanza richiede un riposo totale, l’aumento calorico è inferiore alla norma.

Related posts

Attività Fisica

FITNESS IN GRAVIDANZA Cambiamenti del Corpo in Gravidanza alterazione della postura (si sviluppa una lordosi alla colonna vertebrale alterando il centro di gravità);cambiamento nel centro di gravità (aumento del seno provoca cifosi dorsale);aumento di...

Leggi Tutto

Stile di Vita per Gravidanza

Alimenti da Evitare Dolcificanti: fanno male? I dolcificanti diffusi in Italia sono considerati sicuri. La raccomandazione generale è sempre quella di utilizzarne il meno possibile. Tuttavia si consiglia di non oltrepassare i 7 g/die....

Leggi Tutto